Traghetti per l’Isola di Capraia


L’isola di Capraia è locato nel Canale di Corsica ed è la terza come dimensione dell’arcipelago toscano dopo l’Elba ed il Giglio. Le coste di Capraia sono rocciose e non vi sono spiagge. L’economia dell’isola si basa principalmente sul turismo estivo anche se la stagione estiva va dalla primavera all’autonno. La stagione si apre con il Festival di Camminare e termina con la Sagra del Totano.

Capraia è un’ isola, si trova nella zona nord-occidentale e fa parte delle sette isole dell’Arcipelago Toscano ed la terza più grande dopo Elba e Giglio, e fa parte della provincia di Livorno. L’isola è raggiungibile con i traghetti che partono proprio dal porto di Livorno. L’isola di Capraia è di origine vulcanica ed ha una costa lunga circa 30 km. Il piccolo porto dell’isola, il Porto di Capraia, è collegato con il paese da parte la sola e unica strada asfaltata dell’isola. Il paese, dominato dalla Rocca di San Giorgio, conserva le sue caratteristiche originali inalterate.

Ma è ricca di diversi altri siti di interesse turistico come la chiesa dell’Assunta, la Chiesa di San Nicola e il Sacro Cuore di Gesù, la Chiesa e il Convento di S. Antonio, e la Chiesa di S. Stefano alla Piana. La Fortezza invece di San Giorgio non è aperta ai visitatori. I genovesi vi costruirono anche tre torri di avvistamento costiere per la protezione contro i pirati: Torre del Porto, Torre dello Zenobito e Torre delle Barbici nota anche come Torre della Teja o della Regina. E ‘l’unica torre a pianta quadrata. In estate l’isola è anche un punto di sosta importante per le imbarcazioni a vela tra Livorno, Isola d’Elba e la Corsica.